x

14 nov 2018 14:20:36 GTM 0

  sottoscrivi rss news RSS

» News » Problematiche inerenti la finanziaria 2011

News: Problematiche inerenti la finanziaria 2011

Le preoccupazioni della “Polisportiva Disabili Foligno” sui tagli al Sociale a Regioni e Comuni

Finanziaria 2011

 


Nel momento in cui servirebbero più risorse da dedicare al settore sociale, per compensare una grave crisi economica, queste vengono ridotte, acutizzando gli effetti della crisi stessa sulle famiglie italiane più fragili.

Il taglio più importante riguarda il Fondo Nazionale per le Politiche Sociali, ridotto costantemente in questi ultimi anni, quest’anno il taglio è di 299 milioni, ben due terzi dell'intero finanziamento.


Dal 2007 a oggi lo Stato ha destinato 400 milioni di euro alle associazioni di volontariato, cooperative sociali. Da oggi saranno solo 100 milioni, il 5 per mille è infatti stato ridotto a un quarto rispetto agli anni precedenti. Il 5 per mille, raccolto grazie alla solidarietà dei contribuenti, è dunque vitale per la nostra sopravvivenza. Ridurre a un quarto questa risorsa significa uccidere un intero settore. Le associazioni che si basano sul volontariato sono le uniche che, con pochi soldi e grande agilità, riescono a difendere le fasce più deboli e le aree marginali.

In un momento di crisi occupazionale come questo e di difficoltà delle famiglie, le risorse statali per il sociale, che verranno erogate nel 2011 alle Regioni, e poi attraverso queste ai Comuni, diminuiranno notevolmente. Si tratta di decisioni di governo che vanno in controtendenza rispetto alle necessità attuali del Paese.

Il risultato complessivo di questi tagli sarà un ulteriore aggravio di spesa per le famiglie bisognose e soprattutto  per quelle famiglie dove all’interno vive una persona svantaggiata.

La manovra varata dal Governo non dà risposte alle reali esigenze dei cittadini e frena lo sviluppo del Paese, calpestando valori, persone, territori ed enti locali; non dà risposte concrete alle reali esigenze del Paese, ma si limita a tagliare risorse colpendo soprattutto gli enti locali.

La manovra aggrava le differenze sociali, mettendo in seria difficoltà gli enti locali, a causa della nuova finanziaria del Governo il Comune di Foligno avrà 10 milioni di euro in meno nei prossimi due anni.

Vorremo, da chi ci governa, nuove proposte per il futuro. È necessario efficientare i servizi, semplificare, far crescere il rapporto pubblico-privato, investire su formazione scuola e ricerca, scommettere su acqua ed energia, applicare il principio di solidarietà, sussidiarietà e mutualità, coltivare la cultura del merito.

È importante costruire una nuova classe politica, con nuovi sistemi di selezione della classe dirigente che restituiscano ai cittadini la possibilità di scegliere.

È fondamentale tener presente, che l’aumento della disoccupazione probabilmente colpirà quegli individui che stanno affrontando già ora discriminazioni nel mercato del lavoro, come ad esempio le persone affette da una qualche disabilità.

La crisi economica e i tagli alla spesa pubblica stanno facendo sentire anche in Umbria i loro effetti sui soggetti più deboli, sugli anziani soli e spesso inabili, sul mondo della non autosufficienza.

Investire nei servizi sociali è positivo per gli individui e per la società e il non riuscire a svilupparli e migliorarli, specialmente in un periodo di recessione, significa abbandonare i cittadini. Qualsiasi riduzione dei servizi costituirebbe inoltre un passo indietro nel raggiungere i propri obiettivi di uguaglianza, pari opportunità e di una qualità di vita dignitosa per tutti.

La “Polisportiva Disabili Foligno” è in allarme, sia per le sorti della stessa, che  come la maggior parte cooperative rischia posti di lavoro, sia per i propri associati e le loro famiglie: la diminuzione dei servizi alle persona, negherà il diritto alle pari opportunità, all’autonomia, perdendo la fiducia in se stessi e la consapevolezza, pur vivendo la propria disabilità, di sentirsi utile alla società. 

La Polisportiva si appella alla Città, alle Istituzioni, di esortare il Governo, affinchè tutti quei valori sociali in cui abbiamo creduto fino ad ora, non vengano meno, fornendo risposte ed interventi fondati sul riconoscimento delle persone nella loro globalità e in rapporto al loro contesto di vita.

 

La Polisportiva Disabili Foligno eroga i seguenti servizi:

ATTIVITA’ SPORTIVA

                 

ATTIVITA’ LAVORATIVA

·      Raccolta carta speciale per lavorazioni di pregio

·      Produzione carta artigianale

·      Lavori su commissione

 

 

ATTIVITA’ RICREATIVE:

·      Soggiorni estivi

·      Rafting, Canoa, trekking ecc.

 

TRASPORTO:

·      Scolastico

·      Centri Socio Riabilitativi e Laboratori Protetti

·      Su Chiamata

·      per attività sportiva

·      per attività lavorativa

·      per attività ricreativa

·      Navetta piscina Trevi

 

IDROKINESITERAPIA

·      Riabilitazione in acqua per bambini disabili da 0 a 14 anni

·      terapie individuali e di gruppo per disabili adulti e per orientamento e avviamento all’attività sportiva

 

SPESA ON LINE “EASY SHOP”

·      La spesa a casa tua, comoda, facile e veloce

 

La situazione è pesante e se vogliamo provare a costruire soluzioni condivise, occorre guardare a 360° tutto il territorio, nel quale è indubbia la responsabilità sociale e il ruolo determinante che la cooperazione qui assolve.

          Polisportiva Disabili Foligno

Il Presidente

Cav. Massimo Catarinucci

Leggi tutto... Postato da root. (voti: 1308| Commenti: 0 | Visite: 1766) Commenta - Vota


 
Realizzato con base Openasp 2.0 - GPL License - homepage
valid xhtml valid xhtml